la mascherine chirurgiche

Le mascherine chirurgiche prevedono una duplice funzionalità; hanno lo scopo di proteggere le persone circostanti, nel caso in cui chi le indossa sia infetto. Ma al tempo stesso costituiscono una potente barriera,  in favore di chi le indossa,  contro le lacrime, la saliva ed il muco delle persone circostanti.

Sono dispositivi di protezione individuale (DPI) per chiunque e anche per lavoratori che si trovassero a operare a meno di 1 metro di distanza.

Le mascherine chirurgiche costituiscono dunque un primo rimedio contro i virus, anche contro l'influenza, e devono essere indossate soprattutto dai soggetti più esposti. Sono un prodotto usa e getta. 

Mascherine chirurgiche, il materiale impiegato

L’elemento più importante di tale tipologia di mascherine è il tessuto con cui sono realizzate. Il tessuto – non tessuto che costituisce lo strato centrale deve fungere da barriera, cioè deve possedere la capacità di arrestare i batteri. Il materiale che usiamo è fitto e compatto.

Ma, essendo usate in particolar modo in ambito chirurgico e sanitario, e dovendo calzare in maniera ermetica sul viso prendendone la conformazione e aggrappandosi a naso e orecchie, devono anche essere flessibili per garantire una buona visibilità. È per tale ragione che utilizziamo una barriera piuttosto traspirante.

Utilizzo e qualità

Le nostra mascherine di tipo chirurgico permettono agilità, protezione e comodità.Se impiegate per poco tempo possono essere sanificate e riusate. Sono fatte con tessuto non tessuto anallergico e di qualità, per assicurare protezione, confort e qualità Made in Italy. L'acquisto di grandi quantitativi consente di realizzare prezzi maggiormente convenienti.